ValderaSolidale ha fatto il pieno

Oltre 150 persone hanno partecipato all’incontro con Maurizio Pallante e Angelo Consoli incentrato sulla proposizione di nuovi paradigmi economici per l’economia del terzo millennio,  a partire dalla considerazione oggettiva che il modello liberista oggi dominante (ma in crisi) non è più sostenibile, tanto sotto il profilo ambientale che sociale. I due relatori hanno presentato le rispettive tesi, intorno alle quali sono nati consistenti movimenti di opinione, per imprimere una nuova direzione alle strategie economiche e alle relazioni sociali della nostra società.

                                                    TROVATE LE IMMAGINI E I VIDEO DELLA SERATA QUI.

Il CETRI (Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione industriale) focalizza l’attenzione in particolare sul tema delle energie alternative e del loro consistente sviluppo, a partire dall’assunto che, così come le energie fossili, per loro natura localizzate in pochi siti, hanno favorito la concentrazione del potere e delle risorse economiche in poche mani, le energie rinnovabili, per loro natura sfruttabili universalmente, favoriranno un sistema più democratico, in cui ciascuno produrrà l’energia di cui ha bisogno, cedendo le eccedenze ed acquisendo quanto manca attraverso un sistema di reti elettriche intelligenti interconnesse.

Il Movimento per la Decrescita Felice punta l’attenzione da un lato sul recupero di efficienza (oggi circa il 70% dell’energia prodotta viene disperso senza essere utilizzato!), dall’altro sulla qualità della produzione: è necessario uscire dalla prigione del PIL, per cui ogni merce prodotta ha un valore positivo, anche se non serve o è addirittura dannosa (basti pensare agli armamenti), per produrre ciò che davvero è utile per l’uomo, recuperando anche la capacità di autoprodurre le cose semplici, sottraendosi al dominio del mercato ed all’equazione ad esso sottostante, per la quale senza soldi si è poveri assoluti.

Numerosi gli interventi da parte del pubblico nel corso della serata, che ha espresso opinioni proprie e interrogato i due ospiti su aspetti specifici delle loro teorie.

Il Comitato organizzativo della Festa dell’ Economia Solidale ringrazia l’ Istituto Fermi per aver messo a disposizione la scuola e il circolo ricreativo-culturale Guarnieri per la preziosa collaborazione nella realizzazione dell’ apericena.

L’intenzione, visto anche il successo dell’iniziativa, è di riproporre ulteriori occasioni di incontro e confronto su proposte economiche e di vita alternative, cercando di costruire ipotesi concrete di lavoro a livello locale.

GRAZIE A TUTTI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA SERATA E PER GLI APPREZZAMENTI RICEVUTI!

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.