Home > BENI COMUNI, AMBIENTE, AGRICOLTURA, DECRESCITA E STILI DI VITA > MUOVERE LE IDEE PER MUOVERE LE PERSONE

MUOVERE LE IDEE PER MUOVERE LE PERSONE

20 settembre 2017

Risultati immagini per mobilità sostenibiledi Redazione IlCambiamento.it

Si è tenuta il 15 e 16 settembre a Pesaro l’iniziativa “Verso gli Stati Generali della Mobilità Nuova” che si concentra sul tema “Muovere le idee per muovere le persone”. Promossa da diverse associazioni nazionali, ha l’obiettivo di coinvolgere e sensibilizzare le amministrazioni perché adottino misure “vere” per cambiare paradigma.

.

L’iniziativa è stata promossa da numerose associazioni ed istituti che agiscono sui temi della mobilità sostenibile, tra cui Legambiente, Isfort, Kyoto Club, Euromobility, Fondazione per lo sviluppo Sostenibile, Ambiente Italia, Alleanza Mobilità Dolce, in collaborazione con il Comune di Pesaro, la regione Marche ed il Patrocinio di Anci. Gli “Stati Generali della mobilità nuova” sono un evento per sensibilizzare le amministrazioni, mettere in comune le esperienze delle città, formare il volontariato, responsabilizzare le aziende, promuovere nuove professionalità e mobilitare tutte le associazioni per cambiare il modello di mobilità del nostro Paese. Al confronto hanno partecipato esperti, sindaci, assessori, aziende, politici e associazioni, con idee, progetti ed esperienze su questi temi.

Muovere le idee per muovere le persone

L’evento si è aperto il 15 con il “Bike Summit OntheRoad”, un evento lungo le strade della BiciPolitana, una rete di 70 km di piste ciclabili realizzata dal Comune di Pesaro che ha portato al 30% l’uso stabile della bicicletta in città. Il Bike Summit OntheRoad vuole dare spazio a quell’Italia che già va in bici e alle buone pratiche che hanno reso bike friendly i centri urbani e il territorio. E nello stesso tempo vuole pedalare verso il futuro, evidenziando quali strategie mettere in campo per far crescere in sicurezza l’uso delle due ruote in città e sviluppare le opportunità del cicloturismo. Durante il “dibattito a pedali” verrà anche presentata la seconda edizione di “A BI CI”, il Rapporto Legambiente sull’ economia della bici in Italia.

Nel pomeriggio, in plenaria, si è svolta l’apertura con la presenza di Sindaci ed assessori delle città Italiane, tra cui Matteo Ricci (Pesaro), Luigi de Magistris (Napoli), Mario Occhiuto (Cosenza), Federico Pizzarotti (Parma), Arturo Lorenzoni (Vicesindaco Padova) e Maria La Pietra (assessore Torino). Si è proseguito con la sessione “Shared Space, pianificare e gestire lo spazio pubblico urbano”, con molte testimonianze e riflessioni per una strategia di condivisione e ridisegno dello spazio urbano. La restituzione mirata di aree da sottrarre alle strade o al degrado e il loro ridisegno a favore della qualità urbana e della mobilità “attiva” delle persone, rafforza infatti il successo e il gradimento anche delle altre politiche di governo del traffico.

Risultati immagini per mobilità sostenibileLa qualità della progettazione di reti e servizi di mobilità, attenta al loro inserimento nel paesaggio urbano può contribuire alla rigenerazione urbana.  Si è parlato di Piani urbani della mobilità, di città accessibile, dei bambini e delle bambine, di moderazione del traffico, di riqualificazione della mobilità nei distretti industriali, di qualità delle infrastrutture di trasporto. Tra gli ospiti Walter Tocci, Lorenzo Nofroni, Patrizia Malgeri, Thomas Flenghi, Enrico Pizza, Maria Rosa Vittadini, Enrico Pagliari, Federico Zanfi, Roberta Frisoni, Daniela Renzi.

Il 16 settembre si è proseguito in parallelo con tre specifici gruppi di lavoro che affronteranno i temi della innovazione tecnologica (sharing mobility e logistica merci urbana), il tema del trasporto pubblico – in particolare nelle aree a bassa densità – e la mobilità dolce, facendo il punto su cammini, ferrovie turistiche, greenways e ciclovie nazionali.

Il primo gruppo ha messo a fuoco lo stato della mobilità dolce in Italia: cammini, ciclovie e strade bianche, greenways, cicloferro e ferrovie turistiche. I progetti in corsa, le risorse disponibili e le nuove norme in discussione in Parlamento. Si è parlato delle nuove reti della mobilità dolce e dei “laboratori della lentezza”, come far crescere economie locali e di piccoli borghi con l’accoglienza per chi cammina, pedala ed usa treni turistici. Si è fatto il punto sulle ciclovie nazionali ed i cammini in corso di progettazione. Al termine la presentazione della nuova Alleanza per la Mobilità Dolce costituita delle principali associazioni che hanno deciso di mettersi in rete.

Risultati immagini per mobilità sostenibileNel secondo gruppo confronto sull’innovazione in corso nella mobilità, la sharing mobility e la logistica merci urbana. Dal possesso al servizio del veicolo, come si potrebbe integrare con il trasporto collettivo, le proposte di regole ed incentivi per auto e bicicletta da condividere.  L’ultimo miglio nel trasporto merci come nodo centrale della mobilità urbana è il tema della seconda parte del gruppo di lavoro. Si parlerà delle esperienze in corso nelle città, della ciclologistica a pedali in Italia ed Europa, dell’impatto dell’e-commerce sulle consegne, delle possibili soluzioni efficienti per governare la distribuzione delle merci in città.

Infine il terzo gruppo ha approfondito il tema di come rilanciare il trasporto pubblico nelle città e soprattutto nelle aree interne, con i nodi dell’efficienza e della qualità dei servizi. La grande linea di frattura tra l’uso del trasporto pubblico nelle grandi città (30% di quota modale) e nei piccoli centri (meno del 5%): cosa fare con risorse decrescenti e tagli dei servizi nelle aree deboli? Lo sforzo di innovazione organizzativa in corso nelle Aree Interne, di integrazione tra le reti, di innovazioni di servizio, di gestioni efficienti. Il gruppo ha fatto il punto anche sulle strategie degli operatori e le politiche nazionali sul trasporto collettivo.

Nel pomeriggio di sabato 16 settembre, le conclusioni in Assemblea plenaria con “Gli impegni per muovere le persone e le merci con la mobilità nuova”. Sulla base dei risultati delle sessioni di venerdì e dei gruppi di lavoro si confrontano voci diverse, rappresentative, di attori importanti a livello nazionale e locale sul tema della mobilità nuova. Erano presenti il Ministro per l’Ambiente Gianluca Galletti, l’AD di Trenitalia Barbara Morgante, l’assessore di Siena e rappresentante delle Città 30 e lode Stefano Maggi, l’assessore alla mobilità ed ambiente di Milano Marco Granelli, il sindaco di Frontone Francesco Passetti, il presidente della regione Marche Luca Ceriscioli ed il Presidente ANCI nonché Sindaco di Bari Antonio Decaro.

È stata l’occasione per fare il punto sugli investimenti, sui contratti di servizio, sul nuovo piano Industriale di FS, sul perché il nuovo Codice della Strada è ancora bloccato al Senato, delle regole per i PUMS in arrivo, dei progetti casa scuola e casa lavoro delle città. Insomma di come dare slancio e nuove idee alla mobilità nuova nel nostro Paese. Per leggere il programma dettagliato, iscriversi e saperne di più vai su:  www.mobilitanuova.it.

15/09/2017

da www.ilcambiamento.it

I commenti sono chiusi.