Home > ECONOMIA E LAVORO > DICHIARAZIONI CHOC IN TV DEL LIQUIDATORE TMM

DICHIARAZIONI CHOC IN TV DEL LIQUIDATORE TMM

25 giugno 2018

di QuiNewsValdera

Il tema della richiesta danni da un milione di euro agli ex operai licenziati affrontato in diretta su La7 a “L’aria che tira Estate”. La replica di Braccini (Fiom Cgil): “Questi operai undici mesi fa sono andati in ferie e al ritorno hanno trovato la fabbrica chiusa. Da allora hanno portato avanti una protesta civile e democratica. La richiesta danni è una provocazione inaccettabile”.

.

“L’azienda ha speso 600mila euro per l’esodo volontario dei lavoratori – così Roberto Dell’Omodarme, commissario liquidatore per la Tmm in diretta stamani su La7 -, dopo un accodo raggiunto con i sindacati e in particolare con la Cgil. L’azienda ha chiesto danni per un milione di euro ma poteva chiederne molti di più“.

Una dichiarazione pesante, alla quale ha immediatamente replicato Massimo Braccini della Fiom Cgil Toscana, anche lui fra i 26 raggiunti dalla richiesta danni e stamane in diretta dal presidio degli operai di viale Africa. “Questi operai undici mesi fa sono andati in ferie – ha detto ai microfoni di La7 il sindacalista – e al ritorno hanno trovato la fabbrica chiusa. Da allora hanno portato avanti una protesta civile e democratica. La richiesta danni è una provocazione inaccettabile, alla quale risponderemo con una contro richiesta danni”.

Nel frattempo, la deputata Pd Lucia Ciampi ha presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere l’intervento diretto del nuovo governo nel caso Tmm. Qui sotto le dichiarazione del liquidatore Dell’Omodarme e del sindacalista Braccini ed anche la puntata integrale di stamani 22 giugno.

QUI potete trovare una rassegna di articoli sulla vicenda Tmm.

 

1

22/06/2018

da www.quinewsvaldera.it

Categorie:ECONOMIA E LAVORO
I commenti sono chiusi.