Archivio

Archivio per la categoria ‘ECONOMIA E LAVORO’

2 GIUGNO, FESTEGGIAMO LA REPUBBLICA. L’ITALIA E’ FONDATA SUL LAVORO E RIPUDIA LA GUERRA

25 maggio 2018 Nessun commento

Risultati immagini per rete pacedi Rete della Pace

Per il 2 giugno, festa delle Repubblica, noi celebreremo in modo civile e disarmato la Festa della Repubblica e della Costituzione. Che nei suoi principi fondamentali richiama, tra le altre cose, i diritti inviolabili dell’uomo, l’uguaglianza e la pari dignità sociale di tutti, il diritto al lavoro. E all’art. 11 dichiara il ripudio della guerra. Pubblichiamo il comunicato della Rete della Pace.

Prosegui la lettura…

DEBITO PUBBLICO: UNA STORIA DA RISCRIVERE

25 maggio 2018 Nessun commento

Risultati immagini per disuguaglianzadi Francesco Gesualdi

Il debito è un meccanismo di redistribuzione alla rovescia: prende a tutti per dare ai più ricchi. E i risultati si vedono: l’Italia è sempre più disuguale, con oltre 7 milioni di persone che vivono in stato di grave deprivazione materiale (dati ISTAT), e altri 11 milioni che vivono sul filo del rasoio. Gli strumenti per sottrarci a questo meccanismo perverso ci sono. Ma occorre la pressione popolare.

Prosegui la lettura…

Categorie:ECONOMIA E LAVORO

IL CLUB DI ROMA FA 50 ANNI. UN LIBRO SU COME CAMBIARE IN MODO SOSTENIBILE LA NOSTRA ECONOMIA

30 aprile 2018 Nessun commento

di Gianfranco Bologna

I 50 anni del Club di Roma, il think-tank fondato da Aurelio Peccei, sono l’occasione per rilanciare la riflessione iniziata nel 1972 con “The Limits to Growth”. Oggi un nuovo rapporto “Come On! Capitalism, Short termism, Population and Destruction of the Nature”, disponibile online.

Prosegui la lettura…

PIU’ DEBITO PER USCIRE DALLA CRISI

27 aprile 2018 Nessun commento

Risultati immagini per PIU' DEBITO PER USCIRE DALLA CRISIdi Andrea Baranes

Il problema dell’Italia è il debito pubblico. E’ stupefacente quanto poco ci si domandi – tra statistiche, impegni e dichiarazioni onnipresenti sulla riduzione del debito – per cosa lo Stato si stia indebitando. Lo Stato italiano ogni anno incassa più di quanto spende. Il problema sono gli interessi. Ma allora perchè non tornare alla proposta…

Prosegui la lettura…

Categorie:ECONOMIA E LAVORO

BISOGNO DI PROGRESSIVITA’

24 aprile 2018 Nessun commento

Bisogno di progressivitàdi Francesco Gesualdi

Pressione fiscale, IVA, IRPEF: come è cambiata la politica fiscale in Italia negli ultimi 30 anni? I ricchi sono stati favoriti grazie all’accorpamento e all’abbattimento delle aliquote e ad altre norme che contribuiscono ad aggravare le disuguaglianze e favorire l’accumulo di ricchezza nelle mani di una minoranza. Così oggi l’1% più ricco degli italiani possiede il 21,5% del patrimonio privato, mentre il 60% più povero non arriva al 15%. 

Prosegui la lettura…

LE MANI SULLE FOGLIE DI TABACCO

23 aprile 2018 Nessun commento

di Marco Simoncelli

La produzione di tabacco è una delle principali fonti di guadagno finanziario dello Zimbabwe che, come ricorda Nigrizia, sta tentando di uscire da una grave crisi finanziaria causata dal fallimentare regime dell’ex-dittatore Robert Mugabe. Ma un rapporto di Human Rights Watch rivela che la preziosa coltura viene coltivata e raccolta a un terribile prezzo.

Prosegui la lettura…

Categorie:ECONOMIA E LAVORO

LE ARMI CHE UCCIDONO IN SIRIA

22 aprile 2018 Nessun commento

BANCA MONDIALE, GIANO BIFRONTE

21 aprile 2018 Nessun commento

Banca Mondiale, Giano Bifrontedi Adriano Cattaneo

La Banca Mondiale gioca due ruoli: quello di banca (e come tutte le banche moderne tende sempre più a finanziarizzarsi, cioè a guadagnare denaro comprando e vendendo denaro) e quello di agenzia di sviluppo (sottraendo funzioni ad altre agenzie di sviluppo che si occupano degli stessi settori, la salute in questo caso). Quanto sono conciliabili questi due ruoli, senza che uno sia svolto a discapito dell’altro?

Prosegui la lettura…

LA NOSTRA BELLEZZA, LA DIGNITA’ DI CHI LA PRODUCE

20 aprile 2018 Nessun commento

Risultati immagini per LA NOSTRA BELLEZZA, LA DIGNITA' DI CHI LA PRODUCEdi Francesco Gesualdi

Oltre 22.000 bambini impiegati nelle miniere per estrare il “mica”, che serve a dare brillantezza a vari prodotti estetici. Con paghe da schiavi, in condizioni disumane, e una decina di morti ogni mese. Il tutto per la nostra “bellezza”. Ed il profitto, grondante sangue, di imprese come l’Oréal, Chanel, H&M.

Prosegui la lettura…

IN TANTI, CON LA PALESTINA (E PAOLO) NEL CUORE

18 aprile 2018 Nessun commento

Grande partecipazione alla due giorni di iniziative organizzata lo scorso 7 e 8 aprile da varie associazioni e movimenti della Valdera in ricordo di Paolo Romboli. 30516587_2029280063985505_1042846094247073799_nDopo la prima raccolta fondi, che è sfociata nel viaggio di 20 attivisti della Valdera in Palestina per piantare 400 alberi di olivo, e senza dimenticare il successo dell’incontro pubblico dello scorso 8 marzo a Ponsacco, l’iniziativa “Con la Palestina nel cuore – Due giornate in ricordo di Paolo Romboli” ha rappresentato senza dubbio il punto più alto in termini di partecipazione tra gli eventi organizzati a partire da novembre scorso per ricordare l’impegno di Paolo portandone avanti i valori e le idee che hanno contraddistinto tutta la sua vita.

Prosegui la lettura…