Archivio

Archivio per ottobre 2017

LA VALSUSA BRUCIA

30 ottobre 2017 Nessun commento

di Claudio Giorno

Ci sarà tempo per approfondire le diverse cause che hanno provocato gli immensi incendi in Valsusa. Una cosa però sanno bene in Valle: “quelli che sono in alto” hanno bucato per decenni le montagne della Valsusa massacrando quei recipienti millenari di acqua che ora avrebbero difeso case e boschi.

Prosegui la lettura…

UN PAESE A DISAGIO CON I DIRITTI UMANI

28 ottobre 2017 Nessun commento

di Lorenzo Guadagnucci

L’Italia è priva di strumenti di intervento adeguati e diversi apparati dello stato hanno compiuto scelte profondamente sbagliate, ostacolando l’azione della magistratura e non prendendo provvedimenti contro i responsabili di tortura, né sospesi né licenziati. Sono le dure parole della nuova sentenza della Corte Europea contro l’Italia.

Prosegui la lettura…

UNA DELLE PAGINE PIU’ NERE, UMILIANTI E VERGOGNOSE DI QUESTO PAESE

27 ottobre 2017 Nessun commento

Risultati immagini per bolzaneto corte europea dirittidi Andrea Scanzi

La Corte Europea dei diritti umani ha condannato nuovamente l’Italia per i fatti relativi al G8 di Genova del 2001: a Bolzaneto fu tortura. La sentenza condanna le azioni dei componenti delle forze dell’ordine e lo Stato perché non ha condotto un’indagine efficace. Una vergognosa ferita ancora aperta.

Prosegui la lettura…

LA CRESCITA DEL POTERE DELLE MULTINAZIONALI

25 ottobre 2017 Nessun commento

La crescita del potere delle multinazionalidi Francesco Gesualdi

Il potere delle multinazionali continua a crescere di anno in anno. Nel 2016 hanno fatturato 132 mila miliardi di dollari e generato profitti lordi per 17mila miliardi. E’ quanto emerge dal dossier “Top 200”, elaborato dal Centro Nuovo Modello di Sviluppo. Una potenza che schiaccia di fatto la democrazia.

Prosegui la lettura…

CAMBIAMENTI CLIMATICI: NEL 2080 ITALIA SENZ’ACQUA A SUD ED ESONDAZIONI TRIPLICATE AL NORD

22 ottobre 2017 Nessun commento

Risultati immagini per cambiamenti climatici nel 2080 italia senz'acquadi Emanuele Bonini

Rapporto dell’Agenzia europea dell’ambiente: eventi estremi inarrestabili, difficile prevedere dove colpiranno. Servono analisi dei rischi e squadre di risposta sul modello della nostra Protezione civile.

Prosegui la lettura…

PUBBLICA, ECONOMICA E RINNOVABILE: LA NUOVA ENERGIA DELLA SCOZIA

20 ottobre 2017 Nessun commento

Risultati immagini per pubblica economica e rinnovabiledi Gianluca Ruggieri

La prima ministra scozzese Nicola Sturgeon ha proposto di costituire una società pubblica capace di fornire elettricità agli utenti domestici, in particolare quelli a basso reddito. Un annuncio che smonta la retorica del “mercato” che per quasi trent’anni ha dominato il dibattito pubblico sulle forniture di elettricità.

Prosegui la lettura…

110 MILIARDI DI BOTTIGLIE DI COCA COLA

18 ottobre 2017 Nessun commento

di Maria Rita D’Orsogna

Quanti anni ci vogliono per degradare una bottiglia di plastica? Quattrocento anni. Quante ne vengono prodotte in un anno da Coca Cola? 110 miliardi, 15 a testa, compreso anziani e neonati.

Prosegui la lettura…

SANKARA, RIVOLUZIONE SOTTO L’ALBERO

17 ottobre 2017 Nessun commento

di Thomas Sankara

Parole e fatti. A 30 anni dall’assassinio di Thomas Sankara, presidente del Burkina Faso, una sintesi del suo discorso tenuto il 22 aprile 1985 nel quadro della settimana rivoluzionaria del lavoratore forestale.

Prosegui la lettura…

PER UN’AGRICOLTURA DELL’ECOLOGIA INTEGRALE

16 ottobre 2017 Nessun commento

Risultati immagini per per un'agricoltura dell'ecologia integrale gesualdidi Francesco Gesualdi

Chi mangia troppo e chi troppo poco. A causa di un sistema agricolo che non produce più cibo per la vita di tutti, ma merci per l’arricchimento di pochi. Con risultati tragici sia sul piano sociale che su quello ambientale. La soluzione possibile è nelle mani dei governi, ma anche dei cittadini-consumatori.

Prosegui la lettura…

A TORINO L’ACQUA TORNA A ESSERE BENE COMUNE

14 ottobre 2017 Nessun commento

di Ilaria Sesana

Il consiglio comunale ha approvato la delibera di trasformazione dell’azienda idrica “SMAT s.p.a.” in azienda di diritto pubblico. Ma in Italia sono solo due le grandi metropoli che hanno fatto questa scelta. Nel resto della penisola continua il cammino verso la privatizzazione.

Prosegui la lettura…