4a PASSEGGIATA DELLA LEGALITA’ – SABATO 17 SETTEMBRE 2016

 

Passeggiata-FrontLa Passeggiata per la legalità e la giustizia sociale giunge quest’anno alla sua 4° edizione ed è intitolata “In cammino oltre i confini”, perchè sarà dedicata al diritto delle persone a muoversi e circolare liberamente, di fermarsi e di andare, di camminare e migrare, contro muri e fili spinati.

Le Nazioni Unite hanno contato oltre 65 milioni di rifugiati. Sessantacinque milioni di persone costrette a scappare, a lasciar tutto e a mettersi in marcia verso un luogo sicuro, in cerca di protezione e di pace. Uomini, donne e bambini, profughi e migranti, che raggiungono l’Europa affrontando prove e pericoli inaccettabili, molti dei quali trovano la morte.

Anche quest’anno saranno molte le iniziative prima e dopo la giornata della passeggiata a dimostrazione che esiste, ed in questi anni si è rafforzata, una volontà in Valdera ad accrescere momenti di approfondimento sui temi della legalità e della giustizia sociale e perché la Passeggiata diventi il punto di partenza di una riflessione che ci impegna ogni giorno.

QUI potete scaricare il programma completo

delle iniziative ed il percorso della passeggiata.

.

locandina_10 settembreFra le iniziative collaterali vi segnaliamo in particolare:

Sabato 10 settembre ore 19:30 a Vicopisano

Presentazione del ricettario

“IL GIUSTO GUSTO. 100 RICETTE AL SAPORE DI

LEGALITA’, LIBERTA’ E DEMOCRAZIA”

saranno presenti le autrici

Cristiana Vettori e Giovanna Baldini

.

 

8 settembre 2016 Nessun commento

DECRESCITA, L’ANTICIPAZIONE DI GOFFREDO PARISE

 

Decrescita, l’anticipazione di Goffredo Parisedi Fabio Balocco

Goffredo Parise, sceneggiatore, saggista e poeta, già nel 1974 scriveva un articolo anticipatore di alcune tematiche riproposte oggi dai sostenitori della decrescita. “Il nostro paese è un grande mercato di nevrotici tutti uguali, poveri e ricchi, che comprano, comprano, senza conoscere nulla, e poi buttano via e poi ricomprano”.

Prosegui la lettura…

8 settembre 2016 Nessun commento

REFERENDUM, SMURAGLIA: “LA STAMPA VOLEVA DIVIDERE L’ANPI, MA SIAMO UNITI SUL NO”

 

Partigiano – Carlo Smuraglia, 93 anni, da 5 anni presidente dell’Anpidi Silvia Truzzi

Referendum, Smuraglia: “La stampa voleva dividere l’Anpi: ma siamo uniti sul No”. Carlo Smuraglia, Presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, aggiunge: “Farinetti stia tranquillo: ci schierammo contro legge truffa e governo Tambroni e non siamo diventati un partito. Il nostro Statuto impegna l’Anpi ad attuare e difendere la Costituzione nello spirito in cui la votarono i costituenti”.

Prosegui la lettura…

6 settembre 2016 Nessun commento

FERTILITY DAY, UN PADRE SCRIVE ALLA LORENZIN: “PRESI A SBERLE DALLA VOSTRA MIOPIA”

 

Risultati immagini per fertility day un padre scrive alla lorenzindi Tancredi Tarantino*

“Prima della giornata nazionale della fertilità voglio, pretendo da cittadino che paga le tasse, che un Ministro del mio paese lanci la giornata nazionale dei trasporti pubblici efficienti, dei nidi gratuiti, del reddito minimo garantito, della sanità e della scuola pubblica e gratuita”.

Prosegui la lettura…

5 settembre 2016 Nessun commento

RIFORMA COSTITUZIONALE. FERRAJOLI: “UN MONOCAMERALISMO IMPERFETTO PER UNA PERFETTA AUTOCRAZIA”

 

di Luigi Ferrajoli

È ancora incerta la data dell’importantissimo referendum (ottobre, novembre o dicembre?) che chiamerà gli italiani ad esprimersi sulla legge di revisione costituzionale che ha preso il nome di Renzi-Boschi. Duro lo scontro tra il fronte del no e quello del sì. Luigi Ferrajoli, giurista, ex magistrato, docente universitario, filosofo del diritto italiano, allievo di Norberto Bobbio, definisce questa legge «una grave aggressione alla Costituzione». Vediamo perché.

Prosegui la lettura…

4 settembre 2016 Nessun commento

MARCHIONNE CRITICA IL MERCATO: MALAFEDE O LEZIONE DI MORALE?

 

Marchionne critica il mercato: malafede o lezione di morale?di Diego Fusaro

L’Amministratore Delegato della Fiat Sergio Marchionne ha dichiarato che non si può demandare al funzionamento dei mercati la creazione di una società equa, perché essi non hanno morale, non sanno distinguere tra ciò che è giusto e ciò che non lo è. Aggiungendo che l’efficienza non è e non può essere l’unico elemento che regola la vita. Da che pulpito…

Prosegui la lettura…

3 settembre 2016 Nessun commento

INCENERITORI: LA PROPAGANDA E IL VERO DIRITTO ALLA SALUTE

 

di Patrizia Gentilini

C’è chi fa il tifo per gli inceneritori, affermando che sono innocui e che non provocano danni alla salute. Ma non si tratta dei soliti imprenditori che hanno interessi economici nel fare queste affermazioni. Si tratta di medici. E alcuni medici in particolare… Ecco cosa risponde loro l’oncologa Patrizia Gentilini.

Prosegui la lettura…

2 settembre 2016 Nessun commento

L’UNTORE E IL RAGIONIERE

 

Risultati immagini per l'untore e il ragionieredi Marco Travaglio

Il Direttore de “Il Foglio”, Claudio Cerasa, in un suo articolo ha attaccato duramente il Prof. Salvatore Settis, “reo” di contrastare la TAV e di sostenere da anni la necessità di maggiori azioni per la tutela del territorio e del patrimonio artistico italiano, accusandolo di far parte dell’“internazionale del benecomunismo” che da decenni “inietta un virus nelle arterie del nostro paese”. La risposta ironica di Marco Travaglio.

Prosegui la lettura…

2 settembre 2016 Nessun commento

MUORE IL TTIP? ATTENZIONE AL PIANO B DELLE MULTINAZIONALI

 

di Campagna Stop TTIP Italia

Il TTIP non è ancora fallito. E l’accordo con il Canada arriva in suo soccorso. Il Ceta potrebbe permettere alle multinazionali e alle corporation americane di operare nei mercati dell’Ue in condizioni più favorevoli rispetto anche alle nostre imprese, anche in assenza del Ttip. Il Ceta, inoltre, rende difficile impedire alle aziende canadesi e Usa di entrare nei servizi pubblici dell’Ue, e di fatto impossibile la ripubblicizzazione dei settori già privatizzati. I prossimi appuntamenti contro il trattato CETA.

Prosegui la lettura…

1 settembre 2016 Nessun commento

MARIO TOZZI: “UNA SCOSSA DI MAGNITUDO 6 NON DOVREBBE PROVOCARE QUESTI DISASTRI”

 

TOZZIdi Laura Eduati

Ormai abbiamo osservato che ogni 4 o 5 anni c’è un sisma che colpisce la dorsale appenninica. Eppure gli amministratori non fanno prevenzione. Il risultato è che l’Italia è arretrata come il Medio Oriente: in un paese avanzato una scossa di magnitudo 6 non provoca crolli e vittime.

Prosegui la lettura…

1 settembre 2016 Nessun commento