UNA FESTA, TANTI COLORI

 

http://valderasolidale.it/wp-content/uploads/IMG_20170624_184049.resized.jpg Si è svolta a Pontedera, nelle serate di venerdì 23 e sabato 24 giugno, la 6a Festa dell’Economia Solidale della Valdera; come negli anni precedenti, è stata una festa molto partecipata e ricca di occasioni d’incontro, di riflessione e di divertimento, all’insegna del buon cibo biologico a km zero. Quest’anno il tradizionale evento organizzato e promosso dalla Rete per l’Economia Solidale della Valdera si è caratterizzato anche per l’attenzione su un tema specifico che ha visto impegnata per vari mesi la R.E.S. Valdera in stretta (e proficua) collaborazione con altre realtà associative, culturali e teatrali del territorio.

Fin dai primi mesi del 2017, infatti, l’attenzione della R.E.S. Valdera si è rivolta al fenomeno emergente delle migrazioni e degli immigrati, che rappresenta (e rappresenterà sempre più) una delle questioni centrali del XXI secolo. La festa quindi ha rappresentato il culmine di un lavoro collettivo svolto insieme alle persone richiedenti asilo (comunemente indicati, impropriamente, come profughi) presenti nella Valdera (oggi quasi 300, soprattutto ragazzi in giovane età); http://valderasolidale.it/wp-content/uploads/IMG_20170624_210032.resized.jpgun lavoro che ha dato vita ad un calendario di eventi denominato “REStiamo Uniti – Accoglienza e Integrazione per una società da scoprire“, che si è concretizzato in una serie di iniziative tese a coinvolgere e avvicinare alla comunità locale persone portatrici di esperienze drammatiche, informando al contempo i cittadini sulla reale consistenza del fenomeno, le sue prospettive, nonché le problematiche ed opportunità che ne derivano.

Prosegui la lettura…

3 luglio 2017 Nessun commento

MAI FIDARSI DI GOOGLE

 

Risultati immagini per google stupiditàdi Dario Guarascio

Per i colossi del web è vitale poter acquisire masse di informazioni sempre più grandi, sempre più personali e sempre più aggiornate. Estrarre, mercificare e controllare, come funziona il capitalismo della sorveglianza. Prosegui la lettura…

21 luglio 2017 Nessun commento

UN MILIONE DI BOTTIGLIE DI PLASTICA

 

di Maria Rita D’Orsogna

Un milione al minuto, un miliardo e quattrocentoquaranta al giorno, mezzo trilione all’anno; è questo il nostro consumo mondiale di bottiglie di plastica. Se le mettessimo tutte di fila sarebbero metà della distanza dalla terra al sole. Solo il 7% viene riciclato, il resto finisce in discarica o in mare.

Prosegui la lettura…

19 luglio 2017 Nessun commento

LA LUNGA MARCIA DEL CETA

 

Risultati immagini per la lunga marcia del CETadi Alberto Zoratti*

Il trattato di libero scambio Europa – Canada è sulla strada della ratifica parlamentare tra le proteste delle associazioni. Che chiedono uno stop immediato alla ratifica e l’apertura di un serio dibattito attorno al tema degli impatti sociali e ambientali.

Prosegui la lettura…

17 luglio 2017 Nessun commento

FAO, AUMENTA LA FAME DEL MONDO DOPO ANNI DI PROGRESSI

 

Risultati immagini per faodi FAO

La Conferenza della FAO mette al centro lo sviluppo rurale sostenibile come risposta ai conflitti, al cambiamento climatico e alle migrazioni. Quasi il 60% delle persone che soffrono la fame, infatti, vive in paesi colpiti da conflitti armati e dagli effetti del cambiamento climatico.

Prosegui la lettura…

15 luglio 2017 Nessun commento

UNA COMUNITA’ STRAORDINARIA

 

di R.C.

Nonostante lo sviluppo delle iniziative, l’innegabile gran numero di persone coinvolte e la positiva ricaduta sociale sul territorio, le istituzioni rifiutano ancora un confronto serio con la variegata comunità di Mondeggi Bene Comune, la meravigliosa esperienza di custodia popolare autogestita della tenuta sulle colline di Firenze.

Prosegui la lettura…

13 luglio 2017 Nessun commento

IL DEBITO PUBBLICO E’ COME IL COLESTEROLO

 

di Francesco Gesualdi*

Sono decenni che i governi italiani dichiarano con solennità di voler abbattere il debito. Poi, però, si tolgono di mezzo lasciando un debito più alto. Ma non perché la gente scialacqua, come ci fanno credere, ma perché siamo divorati dagli interessi, avendo rinunciato al potere di stampare moneta. Diventiamo sempre più poveri mentre banche, assicurazioni e fondi di investimento ingrassano.

Prosegui la lettura…

11 luglio 2017 Nessun commento

UN PAESE CHE HA MINATO IL SUO FUTURO

 

di Marco Bersani

Siamo passati dai dieci anni necessari a un giovane ventenne nel 2004 per costruirsi una vita autonoma, ai diciotto anni per raggiungere lo stesso risultato nel 2020 e addirittura ventotto anni nel 2030. Ma un Paese che non investe sui giovani sta segando il ramo su cui è seduto, e non ha futuro.

Prosegui la lettura…

9 luglio 2017 Nessun commento

PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

 

Risultati immagini per decrescita ambientedi Alberto Melandri*

Una presentazione dell’interessante libro “Verso una civiltà della decrescita. Prospettive sulla transizione” a cura di Marco Deriu, con i contributi di 22 studiosi/e. Dall’analisi delle somiglianze con il movimento femminista, al rapporto fra crescita e felicità, dal tema della “scienza post-normale” agli scenari futuri.

Prosegui la lettura…

7 luglio 2017 Nessun commento

EMERGENCY: L’EUROPA SI STA TIRANDO INDIETRO

 

Emergency: l’Europa si sta tirando indietrodi Emergency

L’Unione Europea ancora una volta dimostra di non comprendere e ignorare la sofferenza di milioni di esseri umani, proponendo la militarizzazione del Mediterraneo e dei paesi attraverso cui transitano i migranti. Mentre occorre l’apertura di canali legali e sicuri di accesso all’Europa, corridoi umanitari.

Prosegui la lettura…

5 luglio 2017 Nessun commento

PERCHE’ OGGI NON CI PUO’ ESSERE UN FANTOZZI

 

093908005-67c68b4f-217f-4bca-9f6e-ee188cfe5c7cdi Alessandro Gilioli

Il mondo del lavoro di Fantozzi era classista, volgare e violento nello scontro quotidiano tra l’alto e il basso: ma era un mondo a suo modo trasparente, nel quale stipendio e ferie erano garantiti. Oggi, dopo la globalizzazione la vittoria del liberismo, non si può proprio più ridere parlando di lavoro.

Prosegui la lettura…

4 luglio 2017 Nessun commento