PRODURRE E CONSUMARE INSIEME

 

10505055_10203408447604812_5403181382462928215_odi Paolo Cacciari

Un gruppo di cittadine e cittadini, ben 324 famiglie, decide che è meglio produrre da soli ciò di cui si ha più bisogno. Programma i consumi stagionali e pianifica quantità e modalità di produzione. E’ l’esperienza della cooperativa di produzione e consumo Arvaia, a Bologna. Con una modalità di pagamento inclusiva e mutualistica.

Prosegui la lettura…

17 gennaio 2017 Nessun commento

LE BUFALE TANTO CATTIVE DEL POPOLINO E QUELLE BUONE DEL POTERE

 

Risultati immagini per powell antracedi Alessandro Robecchi

Il dibattito sulla post-verità a cui assistiamo oggi è surreale: si pensa che oscure e anonime minoranze nascoste dietro una tastiera possano cambiare il destino di popoli e nazioni, mentre i governanti, poveretti, si dannano l’anima per difendere la verità dei fatti. Insomma: l’allarme sulla post verità diventa allarme perché le bugie vengono dal basso e non dall’alto.

Prosegui la lettura…

16 gennaio 2017 Nessun commento

LA FALSA NEUTRALITA’ DELLA TECNOLOGIA

 

Risultati immagini per smartphone rifiutidi Andrea Bizzocchi

Quando si parla di tecnica e tecnologia il pensiero comune è che questa non è, di per sé, né buona né cattiva, dipende dall’uso che se ne fa. In realtà la tecnologia ha necessariamente incorporate in sé varie caratteristiche negative; inoltre ci allontana progressivamente inevitabilmente dalla natura, ci rende più schematici, sbrigativi, impazienti.

Prosegui la lettura…

15 gennaio 2017 Nessun commento

CIE: LA SCELTA MIOPE DEL GOVERNO

 

@ Andrea Di Grazia - Lapressedi Duccio Facchini

Nuovi centri di espulsione, rimpatrio dei migranti attraverso accordi bilaterali e stretta alle regole dell’asilo. Ecco perché, secondo l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, la circolare del Capo della polizia Franco Gabrielli di fine dicembre suscita “sconcerto e forte preoccupazione”.

Prosegui la lettura…

14 gennaio 2017 Nessun commento

UN PICCOLO HOBBY

 

McConathy holds a hunting rifle with a short stock at the Cabela's store in Fort Worthdi Miguel Martinez

L’Italia nel 2017 spenderà per le forze armate almeno 23,4 miliardi di euro, ovvero 64 milioni al giorno. Quasi un quarto della spesa andrà in nuovi armamenti (altri sette F-35, una seconda portaerei e nuovi carri armati ed elicotteri da attacco). Nell’ultimo decennio le spese militari italiane sono cresciute del 21 per cento, salendo dall’1,2% all’1,4% del pil.

Prosegui la lettura…

13 gennaio 2017 Nessun commento

BUFALE WEB, AZZARITI: “E’ IMPENSABILE E PERICOLOSO IPOTIZZARE SANZIONI”

 

Risultati immagini per Bufale webintervista a Gaetano Azzariti

La propaganda può essere becera, ma non si può multare; l’unico vero contrappeso è il pluralismo informativo. Inoltre se un tempo la disinformazione arrivava dai partiti, ora è istituzionale. Non si può pensare che un’Autorità possa servire per ristabilire la verità, solo la discussione pubblica può stabilirlo.

Prosegui la lettura…

12 gennaio 2017 Nessun commento

NON POSSIAMO RIMANERE IN SILENZIO

 

Risultati immagini per Alex Zanotelli: non possiamo rimanere in silenziodi Alex Zanotelli

Desolanti e terribili scenari di guerra, che si estendono dal Medio Oriente; come è possibile? E’ possibile perché dietro le quinte ci sono interessi, piani geopolitici, avidità di denaro e di potere. E un’industria delle armi fiorentissima, che fattura quasi 5 miliardi di dollari al giorno. L’Italia nel 2015 ha esportato armi per un valore di oltre 7 miliardi di euro a tanti paesi che sono in guerra o dove vengono violati i diritti umani.

Prosegui la lettura…

11 gennaio 2017 Nessun commento

MOSUL E ALEPPO, ATTENTI ALLA PROPAGANDA

 

Risultati immagini per fulvio scaglionedi Fulvio Scaglione

Clown, pediatri, ragazze disposte a suicidarsi piuttosto che vivere sotto Assad, elmetti di ogni colore, attivisti fino a qualche giorno fa impegnati a rifornire le Ong di notizie terribili, mamme disperate: sono spariti tutti. Perché? E perché in Iraq la coalizione guidata da USA e Arabia Saudita ha notevolmente rallentato la guerra all’ISIS?

Prosegui la lettura…

10 gennaio 2017 Nessun commento

PUBBLICATA UNA “FAKE NEWS”COLOSSALE. E ORA, CENSORI, CHIUDIAMO I GIORNALI?

 

di Marcello Foa

La vera manipolazione non è quella del web ma quella ufficiale. Che non diminuisce affatto. Prendete il caso della strage di Berlino. Chi invoca la censura non ha mai davvero a cuore la libertà d’espressione, ma persegue altri inconfessabili interessi. Incompatibili con i nostri.

Prosegui la lettura…

9 gennaio 2017 Nessun commento

RIFLESSIONE SUL TEMPO (DI GUERRE E TERRORISMI) CHE VIVIAMO

 

Risultati immagini per tavola pace e cooperazionedi Tavola della Pace e della Cooperazione

Nessuno farà cadere chi vuole davvero la pace nella trappola della tifoseria di guerra. Non partecipiamo alla sterile e fuorviante disputa sulla classifica della potenze buone e delle potenze cattive: chi è davvero contro la guerra, è contro ogni guerra e non si schiera a favore dell’uno o dell’altro belligerante. Anche perché nessuno è innocente.

Prosegui la lettura…

8 gennaio 2017 Nessun commento