CAPIRE E DIFENDERSI DALLA CATASTROIKA

 

10378006_571409859660052_803938432408967603_nSala gremita giovedi’ scorso a Perignano in occasione dell’incontro con Marco Bersani organizzato da Chiodofisso e l’Ass. La Rossa.

Una serata per comprendere meglio i meccanismi attraverso i quali la “troika” (FMI, UE e BCE) riesce ad imporre politiche di austerita’ e di privatizzazione selvaggia dei servizi pubblici agli stati europei.

10857958_571410439659994_1851515832936041810_nBersani, partendo dall’analisi delle cause della crisi (definita come “contemporaneamente economica, politica, sociale e ambientale“), ha evidenziato con esempi chiari come tali meccanismi procedano di pari passo con la riduzione degli spazi democratici istituzionali, sia a livello locale che nazionale.

1654155_571409896326715_8944514420371683002_nL’iniziativa si inseriva in un programma articolato di eventi che vede coinvolta anche la Rete per l’Economia Solidale della Valdera.

Il prossimo importante appuntamento e’ fissato per venerdi’ 16 gennaio 2015 a Pontedera: un incontro pubblico con Monica Di Sisto della Campagna NO-TTIP Italia.

.

NEI PROSSIMI GIORNI VI FORNIREMO

MAGGIORI DETTAGLI…SEGUITECI!

 

14 dicembre 2014 Nessun commento

SIAMO PERSONE O CONSUMATORI?

 

di Paolo Ermani

Sono centinaia di miliardi gli euro investiti in pubblicità, mentre gran parte del mondo al di fuori delle nostre società si dibatte fra sofferenza, fame e miseria. “Consuma! Consuma finchè puoi!” è il messaggio sarcastico lanciato dal video “The Good Consumer”, di cui Il Cambiamento, in collaborazione con il blog LLHT, mette a disposizione la versione con i sottotitoli in italiano (il video si trova in coda all’articolo).

Prosegui la lettura…

19 dicembre 2014 Nessun commento

“GREEN LIES, IL VOLTO SPORCO DELL’ENERGIA PULITA”: COSA E’ BENE SAPERE PER ANDARE OLTRE…LA CRESCITA

 

di Cinzia Di Fenza* 

“Green lies. Il volto sporco dell’energia pulita” è un documentario che mette in luce, attraverso le testimonianze di cittadini riunitisi in comitati, le anomalie che caratterizzano le pratiche o lo sviluppo della green economy quando sono «esasperate da operazioni di speculazione economica». Da vedere per riflettere. Pubblichiamo un intervento della Presidente dell’Associazione “Oltre la crescita” di Roma, che ha recentemente organizzato una proiezione del documentario.

Prosegui la lettura…

19 dicembre 2014 Nessun commento

QUANDO E’ TROPPO E’ TROPPO?

 

di Andrea Baranes

“Sono criminali della peggior specie, ogni singola volta che ne senti parlare è per qualche furto, truffa, raggiro. E’ tutto quello che sanno fare, oltre a portarci via il lavoro. Vivono in un mondo tutto loro, al di fuori della società. Non rispettano le nostre regole e le nostre leggi. Vanno avanti unicamente commettendo crimini, e siamo sempre noi cittadini onesti a rimetterci. Rimandiamoli a casa loro, una volta per tutte”. Non starete mica pensando a migranti o rom, vero?

Prosegui la lettura…

18 dicembre 2014 Nessun commento

PER RIVOLUZIONARE IL SISTEMA…LE COMUNITA’ DI PRODUZIONE SOCIALE!

 

di Giovanni Fez

Dai GAS ai CAPS, dai gruppi d’acquisto solidale alle comunità di produzione basate sui medesimi principi: è il passo in avanti verso una forma sempre maggiore di sostenibiltà che stanno facendo tante comunità in Italia. E’ il caso della Comunità Agricola di Promozione Sociale di Pisa, che conta una quarantina di persone e che ha iniziato producendo da sé gli ortaggi da consumare. A tre anni dall’avvio di questo sodalizio, è Bruno Mazzara a fare un bilancio.

Prosegui la lettura…

18 dicembre 2014 Nessun commento

LE BANCHE DEL TEMPO: ORE AL POSTO DI DENARO

 

di Francesco Bevilacquaurl

Veri e propri istituti di credito dotati di sportelli, conti e correntisti, ma con una piccola differenza: non amministrano euro, bensì ore lavoro. Se oggi ho poco tempo e tu mi metti a disposizione un’ora della tua giornata per badare ai miei bambini, domani io ricambierò dedicandoti un’ora per cucinare o per stirare la biancheria. Sono i principi ai quali si ispirano le Banche del Tempo, nate una ventina d’anni fa e ormai diffuse su tutto il territorio italiano. Con alcune peculiarità rispetto a quelle che si sono affermate nel resto d’Europa.

Prosegui la lettura…

18 dicembre 2014 Nessun commento

E’ POSSIBILE UNA MEDICINA SOBRIA, RISPETTOSA E GIUSTA?

 

di Antonio Casella

Informazione unilaterale, qualità poco misurabile, corruzione, conflitti di interesse, scarsa trasparenza nelle scelte e nelle decisioni. Questa è oggi la sanità, soprattutto nei Paesi industrializzati, il settore economico a più largo consumo di beni e servizi. Ospitiamo l’editoriale del dottor Antonio Casella.

Prosegui la lettura…

17 dicembre 2014 Nessun commento

PERCHE’ INTERNET HA BISOGNO DI NUOVE REGOLE

 

di Stefano RodotàPerché internet ha bisogno di nuove regole

Irresistibilità tecnologica e preminenza della logica economica. Gli interessi della sicurezza e del mercato. Nell’epoca dei Big Data e dei giganti del web come Google, solo una forte “costituzione” è la via per restituire a ciascuno la sovranità su se stesso. Affinché i diritti fondamentali, sacrificati in nome degli interessi della sicurezza e dell’economia, assumono valore prioritario, e venga indicata una precisa gerarchia da rispettare quando si opera un bilanciamento tra quei diritti e interessi di altra natura.

Prosegui la lettura…

17 dicembre 2014 Nessun commento

UN PRANZO PIUTTOSTO INTERESSANTE

 

di Domenico Finiguerraex

Contrariamente a quanto si possa pensare, le persone se ben informate possono diventare cittadini consapevoli, reattivi e mobilitarsi. Anche nei casi di disinformazione più estrema. Come l’Expo 2015 a Milano, spacciata dalle televisioni e dai giornali come una grande occasione di lavoro, di riflessione sul tema del cibo, sul rilancio dell’agricoltura, e che invece si sta sempre più manifestando per ciò che realmente rappresenta: cementificazione del territorio, fucina di lavoro sottopagato e precario, operazione di marketing a favore delle peggiori multinazionali del pianeta. Che ci costerà svariati miliardi.

Prosegui la lettura…

16 dicembre 2014 Nessun commento

LE PREVISIONI SBAGLIATE DI GOVERNI E IMPRESE

 

di Giorgio Nebbiamerci

I prodotti industriali, agricoli e i servizi non sono tutti uguali e non sono neutrali; alcuni soddisfano dei reali bisogni, di abitazione, di cibo, di istruzione, di difesa della salute, altri sono meno necessari o superflui o veri sprechi. E quando una merce entra in crisi, i produttori provvedono con l’invenzione di una merce simile da imporre attraverso una pubblicità martellante e asfissiante. Ma la conservazione dei posti di lavoro esistenti e la creazione di nuovi richiede competenze tecnico-scientifiche, e la capacità di guardare al futuro con coraggio e lungimiranza.

Prosegui la lettura…

16 dicembre 2014 Nessun commento

RIMAFLOW E MONDEGGI: UNA FABBRICA E UNA FATTORIA SENZA PADRONI

 

di Mondeggi-RiMaflowgemellaggio bis 621 414

Una fattoria in stato di abbandono, in un contesto ambientale bellissimo, sulla quale si affacciano mire speculative; e che un insieme di cittadini prova a restituire a nuova vita. Una fabbrica metalmeccanica, chiusa nel dicembre 2012, che i lavoratori licenziati decidono di provare a recuperare riconvertendola verso il riuso e il riciclo di apparecchiature elettriche ed elettroniche. Due esperienze diverse e distanti ma con un forte denominatore comune; l’autogestione, la democrazia partecipativa, il rifiuto di “padroni”. Alla fine non potevano che incontrarsi.

Prosegui la lettura…

15 dicembre 2014 Nessun commento